Alicudi

 Alicudi dall’antico nome Erykodes (fiorita di erica) è un luogo ideale ed adatto  solo a chi voglia veramente isolarsi dal resto del mondo, l’isola non è adatta al turista classico che quando la raggiunge si limita ad una visita fugace, chi va in vacanza ad Alicudi ed ormai   sono in molti lo fa per immergersi in una dimensione di vita diversa, ormai perduta altrove, le giornate trascorrono lente tra bagni di sole e di mare lungo le spiagge ciottolose della costa, le battute serali di pesca ai totani, e la semplice contemplazione del paesaggio, si ascolta il silenzio mai udito prima, che avvolge l’isola.

 La piccola isola posta all’estremita’occidentale dell’arcipelago, per la sua posizione decentrata, Alicudi ha vissuto sempre ai margini degli eventi che hanno scandito la lunga presenza dell’uomo nelle Eolie, gli unici ritrovamenti archeologici consistono in frammenti ceramici della prima eta’del Bronzo, quando Alicudi, la piu’ vicina ad Ustica costituiva un importante scalo lungo le rotte commerciali dell’ossidiana verso occidente, poche altre tracce databili in eta’romana.

 Alla stessa stregua anche il turismo vi è arrivato per ultimo assumendo connotazioni che lo distinguono da quello praticato in ogni altra isola minore della Sicilia; non ci sono strade, non si possono utilizzare veicoli di alcun genere, gli unici mezzi di trasporto sono da tempo immemorabile i muli che gli “arcudari" noleggiano ai visitatori e turisti, cio’ è dovuto alla scoscesa  e ripida orografia del terreno che ha reso impossibile la costruzione di strade, viottoli e sentieri carozzabili, nell’isola ci si puo’muovere esclusivamente a piedi, percorrendo interminabili scalinate di pietra lavica a secco costruite magistralmente secoli addietro, dalle sapienti mani eoliane.

Fino a circa 10/15 anni fa ad Alicudi non c’era elettricita’, anche oggi non si vedono pali della luce, tralicci e fili elettrici o del telefono, tutte le case sono state collegate sottotraccia a una piccola centrale completamente insonorizzata e ben mimetizzata nelle forme di una casa eoliana, un mirabile esempio di come la tecnologia possa essere integrata nell’ambiente senza deturparlo ,e senza pregiudizio per uno dei valori fondamentali dell’isola: il silenzio.

{oziogallery 121}