CERCA ----- Case Vacanze, Noleggi, Servizi a Salina

SalinaLive - Eventi -Tradizioni - Feste Eoliane

Eventi e tradizioni

Per l’Epifania: Gesù bambino nelle case di Malfa

Scritto da Antonio Brundu Il .

L’antichissima tradizione di portare Gesù Bambino per le case si svolgeva, nel periodo dell’Epifania, in tutte le contrade dell’Arcipelago Eoliano. Oggi, invece, questa usanza ultrasecolare si ripete in alcune località delle Eolie e, in modo particolare, a Malfa, nell’isola di Salina.

Di buon mattino, infatti, gruppi di giovani (più che altro appartenenti alla Confraternita di San Lorenzo, patrono del paese ) iniziano il lungo giro fra le case del paese partendo dalla chiesa parrocchiale, dove uno scampanìo festoso annuncia l’uscita di Gesù Bambino, che viene portato dentro una culla ricoperta da un tessuto bianco e celeste, con rifinituremerlettate di cotone ricamato e con un addobbo di fiori dai colori svariati.

Il presepe vivente

Scritto da Cecyf176 Il .

 

Il presepe vivente

061Ogni anno a Leni si svolge il suggestivo presepe vivente, anche quest’anno si è svolto nel centro del paese, ha coinvolto tantissime persone che hanno prestato il volto ai vari personaggi, un percorso bello ed emozionante, pieno di magia, diretto dalla Sig.ra Tina Cipollino, da molti definita la regista di questo fantastico evento.

Settimana enogastronomica

Scritto da Cecyf176 Il .

Settimana Enogastronomica

Questa manifestazione si  tiene il primo fine settimana di ottobre a Rinella (frazione del Comune di Malfa), nel corso dell’evento è possibile visitare le aziende vinicole e agricole e degustare i prodotti. L’evento si conclude la domenica con una grande festa  dove il visitatori della manifestazione puo’ ammirare  tavole imbandite con le specialita’culinarie locali, inoltre è possibile apprezzare anche i prodotti tipici locali l’artigianato eoliano, il tutto accompagnato da una cornice di musica folkoristica.

Sagra del cappero

Scritto da Cecyf176 Il .

025

Ogni anno la prima domenica di giugno si svolge la tradizionale sagra del cappero o festa “Del Cappero in fiore”,nella piccola piazzetta di S.Onofrio a Pollara, piccolo paesino nell’isola di Salina. Per l’occasione tanti volontari del luogo cucinano pietanze a base di capperi da offrire ai numerosi visitatori che ogni anno prendono parte alla sagra, è un’occasione particolare per gustare i buonissimi capperi di Salina, ma anche per assaporare l’atmosfera particolare di questo paradiso. E’ un trionfo di specialita’eno-gastronimiche preparate sia dai volontari che da professionisti del settore,il cappero usato in tantissimi pietanze,in mezzo a tanta tradizione non poteva mancare una cornice musicale per creare ancora di piu’un’atmosfera di festa.

 

 

 

Acquista i Capperi di Pollara online

 

Guarda le ricette

Festa di San Lorenzo

Scritto da Cecyf176 Il .

Festa di  San Lorenzo

San LorenzoVerso l’anno 1100 alcuni profughi provenienti da Amalfi giunsero a nord di Salina dove si stabilirono per sempre,diedero alla zona il nome di Malfa , portarono con loro anche una effige di San Lorenzo che era il protettore della loro citta’, in conseguenza a questo, divenne il patrono di Malfa, la chiesa parrocchiale è dedicata a questo giovane martire del terzo secolo, il santo è raffigurato con una graticola in mano in ricordo del suo martirio sul rogo avvenuto a Roma nel 258 su ordine dell’imperatore Valeriano. Una vecchia  e suggestiva leggenda che si tramanda nelle generazioni racconta che il 10 agosto chi scava nella terra a mezzogiorno in punto ci trovi della carbonella che ricorda il martirio di San Lorenzo, suggestiva la processione del santo che sfila per le vie del paese. A Malfa è una ricorrenza molto sentita, le famiglie si riuniscono un po’ come a Natale, è talmente sentita che a Melbourne in Australia dove sono emigrati tantissimi malfitani , si fecero arrivare dall’italia una statua del loro patrono in modo da potergli rendere omaggio e da averlo vicino.

A "Tavuliata" di San Giuseppe

Scritto da Cecyf176 Il .

A“Tavuliata” di San Giuseppe

San GiuseppeCon l’arrivo della primavera ogni anno a Malfa ha luogo il 19 marzo a “Tavuliata”di San Giuseppe, con il suo sapore antico, di vissuto. La tradizione risale al lontano 1835, anno nel quale un gruppo di abitanti malfitani svolgevano attivita’commerciali marittime tra Malfa e Napoli con la loro barca,alla quale avevano dato il nome di “Mulinciana”, questi commercianti scambiavano sulla terra ferma prodotti isolani tipici (come vino,malvasia e capperi) con pasta e legumi .Durante uno di questi viaggi si trovarono a dover far fronte ad una violentissima tempesta,tanto da temere per la loro vita,e cosi invocarono l’aiuto di San Giuseppe affinche’ li proteggesse e li facesse arrivare a casa sani e salvi, la tempesta cesso’ e una volta giunti sull’isola decisero di ringraziarlo. Come promesso quando ne invocarono l’aiuto distribuirono ai poveri tutto il carico da loro trasportato,cucinarono della pasta e ceci in grandi  pentoloni di rame chiamati “quadari”.

La Madonna del Terzito

Scritto da Cecyf176 Il .

Festa della Madonna del Terzito

Processione_Madonna_del_TerzitoValdichiesa un tempo era una splendida foresta e certamente qui trovavano rifugio non soltanto gli isolani, ma anche qualche monaco che fuiggiva dalle persecuzioni della tarda romanita’ , qui si trova il Santuario della Madonna del Terzito eretto nel 1630, meta di pellegrinaggi,è il piu’importante luogo di culto Mariano delle Isole Eolie, al suo interno custodisce uno splendido Cristo bianco e pregevoli ex-voto. Il Santuario è risalente a un tempo remoto quando un eremita costruii un edificio sacro dalle modeste dimensioni, per destinarlo alla sua solita preghiera e vi colloco’ una dedicata immagine della Madonna. Il 23 luglio l 1622  la Vergine apparve ad un  boscaiolo  Alfonso Mercorella  che trovo’tra le rovine di un vecchio fabbricato il quadro di legno antico, raffigurante la Vergine Maria con le stesse sembianze della visione che aveva avuto, quadro appartenuto all’eremita e fu cosi che venne costruito il primo Santuario, dopo fu esposta una riproduzione del quadro, si dice che quello che fu ritrovato dal boscaiolo venne distribuito

 

6 gennaio "Il Bambinello"

Scritto da Cecyf176 Il .

 

Bambinello_ConfraternitaOgni anno, il giorno dell’Epifania, a Malfa si svolge una ricorrenza molto bella e suggestiva che esiste da oltre un secolo, addirittura si riscontrano testimonianze di quest’evento nel XVII secolo, manifestazione alla quale i malfitani sono legati ed affezionati, si racconta che l’evento è riconducibile all'iniziativa di un vescovo che durante una dura carestia fece girare di casa in casa  la statua di Gesù Bambino per ingraziarsi la benevolenza celeste.

In questo giorno un gruppo di suonatori ( fisarmonica, chitarra, tamburello), accompagnati dalle persone che fanno parte delle confraternite locali, ( S. Giuseppe e S.Lorenzo), da chiunque si voglia unire al gruppo, portano nelle case della gente del paese “il bambinello”, una statua di Gesù Bambino molta antica che viene portata in una culla di raso azzurro, piena di fiori.